«Giornata del plurilinguismo» della Confederazione e del Parlamento federale
26 settembre 2019

L’idea è semplice: durante una giornata, l’Amministrazione federale e i membri del Parlamento fanno un ulteriore passo avanti verso il plurilinguismo. Capovolgendo il «peso delle lingue», la lingua tedesca deviene «minoritaria» e le lingue nazionali latine divengono «maggioritarie».

Le collaboratrici e i collaboratori si esprimono quindi, oralmente e per iscritto, in una lingua ufficiale della Confederazione che non è la loro – ad eccezione dei dipendenti italofoni e romanciofoni che, per una volta, si esprimono nella loro lingua materna. Lo scopo di questa giornata è di promuovere lo scambio e la comprensione tra i dipendenti delle diverse comunità linguistiche.

Anche al Parlamento, i deputati delle due Camere – che quest’anno sono presiedute da due Latini – si associano a questa giornata. I deputati pronunciano il loro intervento in un’altra lingua che non è la loro: gli Alemannici in una lingua latina, i Latini in un’altra lingua latina o in tedesco.

La «Giornata del plurilinguismo» ha come data il 26 settembre di ogni anno. Questa è anche la data della «Giornata del bilinguismo» in numerosi cantoni svizzeri e in Europa quella della «Giornata europea delle lingue». Quest’ultima è stata creata dal Consiglio d’Europa nel 2001.

Qui di seguito trovate una lista di proposte di attività da svolgere in seno all’Amministrazione federale in questa giornata:

  • I dipendenti della Confederazione redigono le loro e-mail (interne) in un’altra lingua ufficiale.
  • Le telefonate (interne) sono effettuate in un’altra lingua ufficiale.
  • Durante le sedute (interne), ciascuno parla in un’altra lingua ufficiale.
  • Le presentazioni (interne) sono tenute in un’altra lingua ufficiale.
  • Dipartimenti e uffici organizzano tandem linguistici da tenersi nella pausa di mezzogiorno.
  • Se la segnaletica di un ufficio è monolingue, i dipendenti attaccano sui cartelli e le insegne dei «post-it» con i termini nelle altre lingue ufficiali.
  • Nella serata della giornata, sono proiettati quattro film svizzeri nelle quattro lingue nazionali (luogo da determinare).
  • Nei dipartimenti e uffici sono distribuiti Cruciverba sul tema «Svizzera plurilingue». I nomi di tutti i dipendenti che risolvono correttamente i Cruciverba, figureranno sul sito web di Helvetia Latina (inviare a info@helvetia-latina.ch – indicando nome e dipartimento/ufficio)

Questo progetto è ufficialmente appoggiato dal Consigliere federale Ueli Maurer che ne favorisce la realizzazione. Tuttavia, ogni dipartimento e ufficio è libero di partecipare alla «Giornata del plurilinguismo» e di decidere circa le attività che vuole organizzare nel quadro di questa giornata.

Se lavorate alla Confederazione e desiderate restare informati, seguite l’evento su Facebook.